belardi-regginaEmanuele Belardi (Eboli, 9 ottobre 1977) brillante atleta ebolitano dai diffusi successi nel mondo del calcio professionistico, gioca nel ruolo di Portiere.

«I primi calci, anzi le prime parate, le ho fatte in una scuola calcio di Eboli, il mio paese natale. Ho sempre amato il ruolo del portiere, in primo luogo perché non doveva correre per tutta la partita come gli altri e poi, perché sentivo di essere bravo fra i pali. A tredici anni sono stato chiamato dalla Reggina e la mia aspirazione si è trasformata in realtà. Dopo un anno tra gli Allievi è arrivato il debutto in Primavera ed ho iniziato a crederci sempre di più. Eravamo una buona squadra, abbiamo anche raggiunto le semifinali scudetto. Così, l’anno dopo, mi sono ritrovato nella rosa della prima squadra ed, a diciotto anni, ho esordito in serie B. dopo un paio di stagioni a Reggio, sono passato al Turris, in C1. un’esperienza dura, a quei tempi i giovani calciatori non avevano vita facile, specie nelle serie minori. Comunque, mi è servito ed in quella stagione ho fatto la giusta gavetta e ciò mi è stato utile nel proseguo della mia carriera».

Inizia la sua carriera agonistica nella Reggina nella stagione 1995-1996, disputando una sola partita nel campionato di Serie B Reggina-Palermo 4-0. Nella squadra reggina resta fino al 2004, con una breve parentesi alla Turris in Serie C1 nella stagione 1997-1998. Sempre con la maglia amaranto esordisce in Serie A il 19 dicembre 1999 a San Siro nella gara di campionato contro il Milan terminata 2-2, parando anche un calcio di rigore ad Andrij Šhevčenko.

Fino alla stagione 2000-2001, viene impiegato come portiere di riserva, per poi diventare titolare nelle tre stagioni successive, una in Serie B e due in Serie A. Nel settembre 2004, lascia Reggio Calabria e passa al Napoli, appena fallito e retrocesso in Serie C1, dove rimane per cinque mesi, prima di passare al Modena dove però è relegato al ruolo di secondo portiere alle spalle di Giorgio Frezzolini. Nel 2005-06 viene acquistato dal Catanzaro con cui disputa da titolare il campionato di Serie B.

Al termine della stagione ritorna alla Reggina ed il club lo cede di nuovo in prestito, questa volta alla Juventus, neo-retrocessa in Serie B dopo lo scandalo di Calciopoli. Nelle gerarchie bianconere è il terzo portiere, dietro a Gianluigi Buffon ed Antonio Mirante, e non scende mai in campo. Nella stagione successiva viene acquistato definitivamente dalla Juventus e, con la cessione di Mirante alla Sampdoria, è promosso nel ruolo di secondo portiere della squadra bianconera.

Nella sua seconda stagione alla Juventus gioca titolare in Coppa Italia e disputa 5 gare in Serie A, sostituendo degnamente il titolare Buffon, frenato da un problema alla schiena. Durante il mercato estivo la società bianconera lo cede per la stagione 2008-2009 in prestito all’Udinese, dove è il secondo portiere dietro il titolare Samir Handanovič. Nel gennaio del 2009 il trasferimento diventa definitivo.

Il 26 novembre 2011 l’Udinese comunica la risoluzione consensuale del contratto con il giocatore.

Il 30 gennaio 2012 viene messo sotto contratto dalla Reggina. Scaduto il contratto con la società amaranto il 30 giugno 2012, il 7 luglio passa al Cesena con un contratto annuale. Fa il suo debutto con la squadra romagnola nella trasferta di Terni fra Ternana – Cesena finita col punteggio di zero a zero grazie soprattutto alle sue prodezze. Il 28 dicembre 2012, dopo soli 5 mesi, rescinde consensualmente il contratto col Cesena. Il 31 gennaio 2013 firma un contratto di sei mesi con il Grosseto.

Il 13 marzo risolve consensualmente il contratto che lo legava ai toscani.

Il 7 settembre 2013 firma un contratto annuale con il Pescara, in Serie B. Per via dell’espulsione del giovane Mirko Pigliacelli, secondo portiere degli abruzzesi, esordisce con la casacca biancoazzurra il 30 settembre 2013, entrando nel secondo tempo della partita contro il Cesena, sua ex squadra, e para il conseguente rigore calciato da Davide Succi.

Il 15 luglio 2014 firma con gli indiani del Pune City, insieme a Bruno Cirillo, David Trezeguet e Franco Colomba alla guida.

Nel mercato di gennaio del 2015 torna alla Reggina, insieme al compagno di squadra Bruno Cirillo.